Tesla non è la tua media canarino nella miniera di carbone: Morgan Stanley presta molta attenzione al “downgrade” dell’economia statunitense di Elon Musk

Il CEO di Tesla, Elon Musk, ha nuovamente scosso il mondo finanziario mentre la sua visione insolitamente ribassista sulla salute degli Stati Uniti e dell’economia globale è diventata il discorso della città.

Vale a dire, Reuters ha riferito oggi che Musk ha scritto in un recente e-mail interna che ha una “sensazione pessima” riguardo all’economia e che Tesla avrebbe bisogno di tagliare almeno il 10 percento della sua forza lavoro globale non centrale. Allo stesso tempo, anche il più grande produttore di veicoli elettrici del mondo ha sospeso tutte le assunzioni per il momento.

Questo tema ribassista è stato ripreso dal permabull di Tesla, Adam Jonas di Morgan Stanley. In una nuova nota di investimento, Jonas ha osservato:

“Tesla non è il solito canarino nella miniera di carbone. È più come una balena nella miniera di litio.”

Elaborando questo tema, l’analista di Morgan Stanley ha scritto:

“Musk ha una visione unica e informata dell’economia globale. Crediamo che un msg [sic] da lui porterebbe alta credibilità”.

Pur citando il fatto che Tesla è la “compagnia automobilistica più verticalmente integrata” del mondo, Jonas ha esortato gli investitori a riconsiderare la loro visione sui margini di Tesla e sulla crescita della top-line.

Jonas ha inoltre osservato che i margini lordi di Tesla hanno probabilmente raggiunto il picco nel primo trimestre del 2022 e che la società ora deve affrontare diversi venti contrari, comprese le interruzioni alla Shanghai Gigafactory dovute alla politica cinese zero-COVID, all’aumento dei costi di input e ai costi di aumento della produzione relativi all’Austin e Fabbriche di Berlino.

Fondamentalmente, mentre l’analista di Morgan Stanley ritiene che la domanda di veicoli elettrici Tesla superi ancora l’offerta, la necessità di controllare i costi potrebbe rimanere il fattore principale nell’equazione di breve termine di Tesla.

Tieni presente che il gigante dei veicoli elettrici continua a insistere sul fatto che le sue consegne annuali aumenteranno del 50 percento nel prossimo futuro. Tuttavia, le ultime mosse di Musk potrebbero essere un tentativo di prevenire qualsiasi delusione su questo fronte critico. Puoi leggere una parte di questa nota qui:

Nota di Morgan Stanley su Tesla

Le azioni di Tesla sono in calo di quasi il 10% al momento della scrittura. Da inizio anno, il titolo è sceso di oltre il 40%.


Leave a Comment